Incrementare le vendite grazie al packaging

Pianificare e pubblicare contenuti di qualità
agosto 21, 2016
Differenza tra la comunicazione online e quella offline
settembre 24, 2016
Mostra tutto

Il packaging è uno strumento di marketing fondamentale, in grado di sviluppare consensi, di acquisire nuovi clienti e di generare vendite.

In passato il packaging veniva percepito semplicemente come una scatola/contenitore in grado di proteggere il prodotto. Oggi invece rappresenta il primo vero strumento di marketing, in grado di posizionare naturalmente la propria target audience. Pertanto la scelta estetica non dev’essere casuale e pura espressione estetica, bensì funzionale. La corretta elaborazione del packaging, quindi, prevede a monte la scelta del target in base agli obiettivi che si intendono perseguire.

Quindi, ad ogni pubblico corrisponde un packaging differente?

Si! In base alla tipologia del prodotto, può essere identificato un target differente utilizzando parametri diversi a seconda degli obiettivi che si vogliono perseguire con tale intervento. Il target può essere profilato in base all’età, al sesso, alle abitudini, alla tipologia di lavoro, ecc… Le possibili combinazioni sono infinite! Una volta individuati gli obiettivi e il nostro pubblico, si procederà all’analisi dello stesso, allo studio del mercato, dei competitors e in fine all’individuazione dei fattori estetici/visivi che contribuiranno al successo del nostro prodotto, trasformandolo così nella prima scelta!

Determinanti sono l’aspetto estetico e quello funzionale.

L’aspetto estetico/visivo è quello che ne determina il contatto iniziale. Nella maggior parte dei casi, il prodotto che riuscirà a catturare l’attenzione del potenziale cliente, scavalcando di fatto tutti gli altri prodotti appartenenti alla stessa categoria merceologica, sarà quello che genererà la vendita. Basti pensare che tale processo è inconscio, irrazionale e avviene nel giro di pochissimi istanti, in meno di 3 secondi! Per cui solo il packaging che risponderà meglio alle aspettative estetiche in primis e funzionali dell’acquirente ne determinerà la vendita.

La scelta estetica quindi è un aspetto fondamentale quanto pericoloso in quanto la variazione di ogni singolo dettaglio può modificare il comportamento del consumatore.

Per questo il design non dev’essere determinato dal gusto personale del cliente o del professionista, ma da ciò che si intende trasferire.

Dunque colori, font e impostazione grafica dovranno essere coerenti non solo col pubblico di riferimento ma anche con il messaggio che intendiamo trasmettere e con il settore merceologico d’appartenenza, perché le regole della comunicazione visiva in gioco variano anche a seconda del settore di riferimento!

L’aspetto funzionale, invece, è quello che completerà la scelta del prodotto e ne determinerà l’acquisto.

I materiali, la forma e le dimensioni rappresentano l’aspetto razionale della fase decisionale. Se tale aspetto sarà riuscito a convincere il consumatore si procederà con l’acquisto del prodotto, diversamente il consumatore orienterà la propria scelta su prodotti della concorrenza.

Packaging resistenti,  sicuri, facili da trasportare, leggeri, poco ingombranti, riscuotono in genere sempre un’accoglienza estremamente positiva. Oltre a tali caratteristiche, il packaging deve intercettare le esigenze del consumatore in continua evoluzione per garantirne sempre l’esperienza d’uso migliore, utile ad innescare il processo di fidelizzazione.

Ad es. nel settore alimentare, le chiusure che permettono di riutilizzare un prodotto parzialmente consumato stanno ottenendo uno straordinario successo proprio perché intercettano e rispondono ad un’esigenza specifica.

Pertanto solo la sinergia tra aspetto visivo e quello funzionale sarà in grado di generare nuovi acquisti.

Oggi per aumentare le vendite non basta più avere un buon prodotto, perché la concorrenza è spietata e gli scaffali sono pieni di prodotti sostituibili al nostro.

La differenza la fa una buona strategia di Brand Identity e quindi il Packaging giusto!

Ecco un esempio concreto in numeri: la nostra case history del marchio Natura Amica, noto per la produzione alimentare di snack.

Grazie al solo restyling del packaging ha registrato un picco storico che ha fatto balzare gli indici di vendita da 60.000 unità/anno a oltre 4.000.000 unità/anno in tutto il 2015: http://deversus.it/portfolio/natura-amica/

 

 

[email-download-link namefield=”YES” id=”2″]

Scarica gratuitamente la nostra Guida per ottimizzare la comunicazione.

Inserisci nome e indirizzo mail. Riceverai subito il link per scaricare il PDF. Controlla anche la cartella spam e promozioni se usi Gmail

[Controlla anche la cartella Spam e il tab Promozioni se usi servizi gratuiti come Gmail ecc]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *